Sardegna in Miniatura

RocceBiancheArbus_Sardegna02

Parco delle miniature
Una passeggiata nel parco delle miniature è il modo migliore per iniziare un viaggio nella natura, la storia e la cultura della Sardegna. In un percorso immerso nel verde incontriamo le riproduzioni di fare monumenti più significativi realizzati in scala ridotta con ricchezza di dettagli.
La visita al parco prevede inoltre la circumnavigazione dell’isola con imbarcazioni guidato dal conducente è la visione d’insieme della torre panoramica.
Il percorso è inoltre dotato di pulsanti audioguida molti lingua tali da rendere maggiormente fruibile i siti rappresentati.

Padiglione nuragico
Ricostruzione del villaggio nuragico della Sardegna in miniatura rappresenta oggi la più coerente e completa immagine degli usi e dei costumi delle popolazioni che abitavano l’isola nel periodo del ferro. All’interno delle tipiche costruzioni potrete ammirare scene di vita quotidiana quali lavorazione dell’argilla, l’arte della fusione del bronzo o la macina del grano, ospitati all’interno della grande casa a corte dove con un supporto audio guida si potrà prendere la complessa organizzazione politica religiosa delle genti nuragiche. Completano la ricostruzione una grande sala del consiglio il tempio a megaron, significativi esempi di architettura nuragica risalente a 3000 anni fa.

Biosfera della Sardegna
Nel cuore del Parco della Sardegna e miniatura, all’interno di una cupola trasparente di oltre 15 m di diametro, sarà possibile condurre un viaggio in una rigogliosa foresta tropicale, alla scoperta di specie animali e vegetali tra le forme e dei colori inaspettati.
Camaleonti, pesci, insetti dal mimetismo sorprendente, rane e pappagalli. Di particolare interesse sono le crisalide che giungono direttamente dalle foreste tropicali del Costarica per rinascere come farfalle multicolori.
La prima biosfera della Sardegna permette di vivere un’esperienza unica di educazione alla sostenibilità ambientale, accompagnando il fascino della Natura all’apprendimento diretto dei delicati equilibri che regolano la convivenza nel nostro pianeta.

Planetario digitale
Il planetario della Sardegna miniatura, il più grande importante la Sardegna è primissimi posti in Italia per dimensioni e tecnologia, rappresenta oggi, il punto di riferimento per quanti vogliano approfondire la conoscenza di temi come la nascita dell’universo e l’organizzazione del nostro sistema solare. Grazie ad un sofisticato sistema di proiezione multidigitale capace di riprodurre dalle emozionanti immagini ed animazione a 360° sulla cupola di 11 m di diametro, si potranno inoltre pensare le fasi lunari, il fenomeno delle crisi, le piogge di meteoriti e le stelle cadenti, smurare il moto di rotazione terrestre o vivere uno spettacolare coinvolgente viaggio alla scoperta dei pianeti del nostro sistema solare e ancora oltre fino ai confini dell’universo conosciuto.

Museo dell’astronomia
Un percorso museale unico in Sardegna, di facile lettura ed allo stesso tempo scientificamente ineccepibile realizzato con la consulenza scientifica della struttura dell’istituto nazionale di astrofisica ed accessibile sia che si avvicina per la prima volta la materia che a coloro che vogliono approfondire argomenti specifici di geografia astronomica.
All’interno del museo dell’astronomia, grazie agli ex Ibiza sulla gravità, osservazione dei corpi celesti, i meteoriti, una tuta spaziale, la ricostruzione del suolo della lune di Marte, satelliti artificiali e lanciatori, il radiotelescopio, ma soprattutto all’interazione con le guide appositamente formate, si arricchisce di informazioni il percorso astronomico che porta la visione del planetario.

Darwin, l’avventura dell’evoluzione
La mostra, che si articola in un percorso interno ed uno esterno, offre ai suoi visitatori l’opportunità di conoscere molto da vicino un personaggio straordinario che 100 cinquant’anni fa a rivoluzionario la visione del mondo permettendo l’assenza di compiere un incredibile salto in avanti.
La storia di Darwin è un vincente con audio di semplicità e genialità; le curiosità che accompagnano il viaggio della sua vita permetteranno al visitatore di compiere un percorso avvincente ed interattivo attraverso le progressive scoperte che lo hanno condotto alla formulazione della teoria dell’evoluzione. La mostra è resa unica donna ricca collezione di fossili, diversi esemplari di animali vivi È una riproduzione di ben 27 m di lunghezza del Beagle, il brigantino che Darwin utilizzo nel suo viaggio più significativo, e che permetterà l’visitatore di rivivere la sua avventura. Il viaggio si concluderà sulle isole Galapagos, nelle quali è possibile osservare riproduzioni tartarughe giganti, iguane altri animali endemici dell’arcipelago.